Vai al contenuto

Pandemic Fatigue: chiedi aiuto allo psicologo

OMS definisce la Pandemic Fatigue lo stato di malessere di cui soffre il 60% degli Europei, a causa della cronicizzazione dello stato di crisi dovuto al Covid 19.

L’essere umano ha una grande capacità di fronteggiare uno stato di emergenza improvviso e imprevedibile, proprio perché in caso di catastrofe naturale, grave incidente o forte evento di vita stressante, di solito risponde in modo adattativo grazie alla capacità di sopravvivenza, di cui è dotato dai tempi più antichi.

E’ altrettanto incapace di fronteggiare uno stato fortemente stressante prolungato nel tempo, proprio quello che stiamo vivendo per la diffusione del Covid 19.

Il Covid 19 ci sta sollecitando alla modifica delle abitudine di vita e della routine, ovvero stimola a cambiare i comportamenti individuali e sociali: distanziamento fisico, uso della mascherina, igiene e cura degli ambienti e della persona in primis.

Sviluppando una maggiore capacità adattativa, si è maggiormente in grado di coesistere con la presenza del virus. Anche la nostra mente, quindi, fortifica il sistema immunitario.

Consigli per coesistere con il Covid 19

  • Prendersi cura gli uni degli altri.
  • Accettare la nuova realtà: questo è quello che c’è.
  • Crearsi una nuova routine, con orari prestabiliti per i pasti, il lavoro, l’esercizio fisico e il riposo.
  • Usare al meglio la tecnologia come ponte di socializzazione e crescita personale e di comunicazione.
  • Creare angoli di benessere e cose piacevoli, godere del poter rigenerante della natura.
  • Concedersi momenti rilassanti e giocosi.
  • Seguire un’alimentazione sana, non abusare di alcool, sostanze, sonno.
  • Svolgere regolare attività fisica.
  • Chiedere un supporto psicologico: talvolta sono sufficienti pochi incontri per ritrovarsi e tornare a sorridere.
error: Il contenuto di questo sito è protetto.